C’è chi sostiene che non esista profumo più buono di quello che si avverte sfogliando le pagine di vecchi libri, perché è come se in quell’essenza fossero racchiuse tutte le storie delle persone che prima di noi li hanno tenuti in mano, avendo la sensazione di rivivere e prendere parte a quelle storie.

E’ possibile provare la stessa emozione andando alla ricerca di capi vintage e scoprire che anche le borse, le camicie e i cappotti retrò hanno delle storie da raccontare, interessanti almeno quanto quelle dei libri antichi.

Per chi adora subire il fascino del vintage e brama essere sedotto da nostalgiche visioni, nella capitale può trovare un luogo, o per meglio dire, tre luoghi, dove questa magia può avverarsi.

Si tratta di PIFEBO, una realtà tutta romana che ha inizio nel 2007, quando, tre amici di lunga data decidono di portare il Vintage con la “V” maiuscola a Roma. Noi di TheWalkMan abbiamo avuto modo di parlare con Elisa, che insieme a Francesco e Cristiano è la fondatrice del negozio, permettendoci così di entrare nel loro mondo. Un ambiente studiato alla perfezione per ispirare nel cliente la curiosità necessaria per confrontarsi con dei capi vintage, dove in una sorta di studiato disordine velatamente kitsch, è libero di immergersi alla scoperta di questa moderna wunderkammer.

“La passione per il vintage è un qualcosa che tra di noi ci ha sempre unito e quando abbiamo iniziato questa avventura nel 2007 con il negozio di San Lorenzo la nostra idea era quella di un negozio vintage completamente diverso, sulla base di quelli che nei nostri numerosi viaggi avevamo potuto osservare in nord europa “

L’unicità di Pifebo sta proprio nel fatto che non è il classico negozio di vestiti di seconda mano, poiché applica un’attenta selezione sui capi da esporre in negozio, valutando in base alle esigenze della moda e delle tendenze del momento, prediligendo i capi degli anni a cavallo tra la fine degli anni 70′ e inizi 80′, che sono eccentrici pur mantenendo una vaga allure hippie.

” La nostra fortuna è che siamo in tre a scegliere e selezionare pezzo per pezzo i nostri capi, orientandoci e basandoci sul nostro gusto personale non curandoci delle mode del momento. Accumuliamo merce in magazzino, portiamo nei negozi ciò che sembra più vendibile in quel momento spesso con una sorta di rotazione “

La dedizione e l’impegno, ingredienti principali nell’ attività degli ideatori, li hanno portati in pochi anni ad inaugurare due nuovi punti vendita, entrambi sul territorio romano, uno a Monti e l’altro a San Giovanni. Con l’apertura di due nuove sedi e l’ampliamento dello spazio espositivo, il concept del negozio non è cambiato, puntando sempre su una rigida selezione. Proprio per questo non comprano da privati, evitando di vendere capi d’abbigliamento di seconda mano ed usati, ma preferendo andare personalmente alla ricerca di pezzi unici da proporre alla loro affezionata clientela.

” Quello che maggiormente ci ha colpiti è come negli ultimi anni il gusto per il vintage si sia affinato, scrollandosi di dosso tutti quei pregiudizi che si nutrivano prima a riguardo e soprattutto di come sia in grado di interessare persone di ogni età ed estrazione sociale che possono condividere la stessa passione per il vintage “

Oltre alle graziose camicie con stampe foulard, le borsette in pitone, i completini da majorette e i variopinti costumi da bagno in lycra, nello store è possibile scoprire una deliziosa linea di occhiali retrò, realizzata dai tre proprietari e che all’insegna della tradizione non utilizza plastiche, ma i materiali che si utilizzavano una volta per questa produzione.

” Da quasi due anni abbiamo iniziato una collaborazione con questa azienda di ottica, che ci ha dato la possibilità di produrre una nostra propria linea di occhiali. Inizialmente è stato un azzardo poiché nessuno di noi aveva mai fatto una cosa del genere prima, ma prendendo spunto dal design degli occhiali vintage, mescolando dettagli e parti di più modelli che trovavamo interessanti e unendoli a nostro piacimento, abbiamo creato questa collezione unica”

Sicuramente, Elisa, Francesco e Cristiano, come moltissimi giovani che intendono intraprendere una propria attività, hanno dovuto affrontare molte difficoltà, soprattutto sul piano burocratico, ma è la determinazione con la quale hanno creduto nei propri sogni che gli ha permesso di realizzarli e di condividere con noi la loro grande passione.

ENGLISH VERSION

Some think that there isn’t better smell than the one of an old book. It gives the essence of the stories of everybody else who, before us, held that book, and it feels like one can take part of those people’s lives.

It is possible to feel the same way when looking for vintage clothes, and discover that bags, shirts and oldfashioned outwear have a lot to tell us, just like books.

For those who enjoy the vintage fascination and to be seduced by nostalgic visions, can find some places where this magic realizes right here, in Rome.

I am talking about PIFEBO, Rome-based concept that started in 2007, when three old friends decide to bring the real Vintage to Rome. The WalkMan Magazine had the opportunity to talk to Elisa, who along with Francesco and Cristiano founded the shop and allowed us to explore their world. The perfectly designed concept of the store is designed to convey curiosity in clients to discover vintage; the clients are therefore free to get lost in the store’s sophisticated chaos to discover this modern wunderkammer.

The passion for vintage is something that we always had in common. So, when we had the idea of the store in 2007 and opened the first store in San Lorenzo, our idea was a vintage store totally different, based on many stores we had the chance to see in Northern Europe throughout our numerous trips”.

Pifebo is not the traditional secondhand store. What makes it unique is their accurate selection of clothes to display in the store based on today’s trends yet, favoring eccentric and vaguely hippie pieces from the 1970s and 1980s.

Our luck is that the three of us all together select the pieces trying to decide based on our personal taste without being influenced by the trends. We stock our merchandise, we bring the items we think our clients would more likely buy and we often change our display”.

The dedication the three founders put in their business brought them to success so, that they could open other two shops in Rome, one in Monti and the other one in San Giovanni, without affecting the overall image of the concept. That is also the reason why they do not buy merchandise from individuals in order to avoid selling clearly secondhand and used pieces; on the other hand they prefer looking for unique pieces to offer their clientele.

We were surprise to discover how refined the taste for vintage became recently. People do not have any more prejudices about it, and today vintage can reach people from any social status and any age. Pifebo could be therefore a place where these people share their passion for vintage.

 

Besides the nice printed shirts, python bag, majorette suits and colorful bathing suits, it is also possible to find a collection of old-fashioned sunglasses designed by the owners who decided not to use plastic but chose to involve the materials traditionally used in the old times.

It has been two years as we started a collaboration with this optical company, which gave us the possibility to produce out own sunglasses collection. At first, its was a bit risky since none of us ever did something like that; we were inspired by the design of vintage collections, we mixed some details and models we were more curious about. This way we created our collection which is possible to find in our stores”.

It goes without saying that, even Elisa, Francesco and Cristiano, just like other young entrepreneurs, faced many challenges, especially given Italian bureaucracy. However, their determination pushed them to believe in their dreams and to succeed and of course, share their passion with us.

Traduzione a cura di Elisabetta Lo Bianco