Cambiare dieta e diventare vegetariani convinti è ad oggi una delle scelte più condivise.

Le motivazioni di una vita da vegetariani sono spesso da rintracciare sia nella ricerca di una condizione psicofisica migliore sia nella voglia di avere un mondo che rispetta ambiente e natura.

Il passaggio da una dieta che prevede il consumo della carne ad una dieta completamente vegetariana spesso avviene per gradi.

Sono infatti poche le persone che effettuano un taglio netto e drastico. Questo perché noi italiani siamo tradizionalmente sempre stati cresciuti con pollo, maiale, coniglio, manzo; carni che da sempre affollano le nostre tavole.

Infatti nel momento in cui la globalizzazione ha annientato i piccoli esercizi commerciali e un crescente numero di centri commerciali con supermercati più che forniti hanno iniziato a popolare le nostre città, la carne è diventato il piatto forte di pranzi e cene.

Le carni che sono diventate così alla portata delle tasche di tutti, purtroppo sono state troppo spesso prodotte in allevamenti intensivi, concepiti per soddisfare l’enorme richiesta. Fortunatamente con il tempo un crescente numero di consumatori ha preso coscienza di questa condizione e ha optato per una dieta più vegetariana.

In aggiunta a questa consapevolezza di molte persone, va considerato che in tanti hanno scelto di essere vegetariani per vivere meglio.

Lo stile di vita frenetico, che negli ultimi decenni si è imposto nelle nostre società, ha contribuito a un crescente malessere condiviso. Cercare una piccola oasi di tranquillità tra le mura domestiche in cui poter rendere vera una vita più salutare è diventata la scelta di molte persone che hanno deciso di cambiare.

Una vita green non significa però fermarsi all’eliminazione della carne dalla propria dieta. Passare da onnivori a vegetariani è una scelta che va fatta in modo responsabile, tenendo conto di tutto l’ecosistema.