A Caorle, in provincia di Venezia, la veduta è una delle più belle dell’Adriatico. Qui, dal 1993, il Comune ha indetto un concorso internazionale di scultura, Scogliera Viva, i cui interventi negli anni hanno arricchito e caratterizzato questa passeggiata.

Sono aperte, dunque, le iscrizioni al concorso Scogliera Viva. La genesi di questa manifestazione, giunta alla diciannovesima edizione, risale al 1992. Sino ad allora, la scogliera era un insieme di massi artificiali di trachite euganea utili a proteggere il centro storico dai flutti del mare. Lo scultore trevigiano Sergio Longo, nello stesso anno, decise di impreziosire due dei massi scolpendoli con soggetti tratti dal mondo marino. Comparvero, dunque, un Nettuno e una ninfa. Le due sculture suscitarono l’interesse dei cittadini e dei visitatori, attirati, oltre che dalla vista, dalle curiose sculture. In virtù di questo successo, dall’anno successivo fu indetto il concorso.

Nel corso del tempo numerosi scultori di fama internazionale hanno partecipato a questo simposio biennale. Oggi l’insieme di massi della scogliera artificiale è una galleria di sculture all’aperto lungo la quale è possibile ammirare le curiose sculture realizzate nel corso delle edizioni. Grazie a questa manifestazione un luogo che in origine non possedeva valenza estetica si riveste di nuovi significati. I soggetti e gli stili sono disparati: i primi sono tratti dal mondo animale, dall’uomo, dalle emozioni; i secondi passano dalla tradizione all’astratto. Il fascino di questo luogo risiede anche nei cambiamenti che vengono qui apportati solo dalla Natura, dalle condizioni atmosferiche e dal passare del tempo.

Le iscrizioni sono aperte e gratuite fino al 15 maggio 2018. La giuria è composta da prestigiosi nomi della scena contemporanea internazionale, i curatori Matteo Zauli, Paolo De Grandis e Simone Pallotta. I tre vincitori si aggiudicheranno un premio in denaro di 2.000 euro.

Schermata 2018-04-09 alle 13.00.38