I tre artisti spezzini Andrea Luporini, Maria Grazia Cantoni e Daniela Spaletra presentano il loro lavoro Public Gardens, dal prossimo 2 dicembre alla galleria Gate 26A di Modena.

Public Gardens è un lavoro che nasce dall’attenzione dei suoi autori per la loro terra d’origine. I 3 artisti Andrea Luporini, Maria Grazia Cantoni e Daniela Spaletra sono originari di La Spezia e al territorio ligure dedicano i loro sforzi, indagando, attraverso la loro arte, lo stato del terreno spezzino.
In particolare l’attenzione cade sulla discarica adiacente il borgo di Pitelli, uno dei tanti siti in Italia vittima della gestione lacunosa e indifferente delle istituzioni. Infatti, nonostante le autorità rassicurino ufficialmente sulla sicurezza delle sostanze ritrovate nel sito e negli spazi attigui, le analisi dicono esattamente il contrario, segnalando la presenza di metalli pesanti e idrocarburi, tanto da portare il tasso di mortalità a un livello drammaticamente elevato.

Public Gardens

I tre artisti

Public Gardens vuole indagare e portare alla luce questa situazione, il linguaggio scelto per raggiungere lo scopo è quello fotografico dell’esposizione e quello concreto della terra, 400 litri di terriccio nero faranno infatti da sfondo alle fotografie. Si crea un incontro come quello tra uomo e natura, il quale caratterizza i luoghi da cui si prende spunto per questo lavoro. La ricerca artistica si nutre dell’eterna dialettica artificiale/naturale, che si muove su un confine estremamente labile e ci fa proseguire in una quotidianità che tenta di nasconderci questa lotta intestina. Le piante che crescono su questo terreno sono inquinate, ma al tempo stesso hanno producono un’azione fitodepurativa nei confronti dello terreno stesso, allo stesso modo il rapporto tra terra e esposizione fotografica vuole essere esposizione del problema e metafora di guarigione dello stesso.

 

Public Gardens

Di Andrea Luporini, Maria Grazia Cantoni, Daniela Spaletra

Da sabato 2 dicembre a domenica 7 gennaio

Sabato 2 vernissage (18:00 / 23:45)

Gate 26A

Via Carteria, 26/A – Modena

Ingresso gratuito