La musica è forse una delle forme di espressione più pura dell’arte, che riesce come poche a unire le persone, mandare messaggi e suscitare dei sentimenti nella gente. Lo stesso Nietzsche disse che “senza musica la vita sarebbe un errore”.

Nonostante la sua importanza essenziale per l’esistenza dell’uomo, essa viene ancora oggi sottovalutata dai più, e spesso relegata alla semplice funzione di hobby, trascurando gli anni di studio, sacrifici e investimenti di molti artisti.
A discapito di qualsivoglia stereotipo infondato, vi presentiamo 5 giovani artisti italiani che hanno fatto della propria musica un lavoro, e che in alcuni casi si sono già creati una vera e propria carriera lavorativa duratura.

Dario Rossi con la sua
Dario Rossi con la sua "attrezzatura"
Chantal Balestri
Chantal Balestri
Simone Movio
Simone Movio
Il giovane Renda
Il giovane Renda
Gabriele Ciampi alla Casa Bianca
Gabriele Ciampi alla Casa Bianca

DARIO ROSSI (PERCUSSIONISTA/BATTERISTA)

Classe 1988, è un ragazzo di Roma che fin da bambino ha frequentato alcune delle migliori accademie e conservatori della capitale, partecipando fin da subito a numerosi concerti.
La sua fama mondiale è esplosa negli ultimi anni grazie a un suo video virale, nel quale lo troviamo a Berlino a improvvisarsi musicista di strada, suonando in modo energico vecchie pentole, lamiere arrugginite, campanacci e qualsiasi oggetto metallico che può creare un suono.
Il risultato è una techno realizzata senza alcuno strumento elettronico, in un modo estremamente coinvolgente, e in grado di generare decine di milioni di visualizzazioni su YouTube. A sua volta tutto ciò permetterà a Dario di girare il mondo in vari festival e nelle piazze più famose per esibirsi nella sua particolare arte.

CHANTAL BALESTRI (PIANISTA)

Ventitreenne, ma già ragazza prodigio, che fin da bambina ha vinto numerosi premi in tutta Italia.  A diciotto anni si laurea con la lode al conservatorio di Lucca, e subito dopo inizia un Erasmus in Germania, e prende parte a corsi di piano e musica da camera in tutta Europa. Vince addirittura la NYU Piano Concerto Competition, che le permetterà di debuttare come piano solista nella stagione 2016/2017 accompagnata dall’orchestra della Grande Mela. Attualmente segue un master avanzato alla Steinhardt di New York, nella quale insegna part-time.

SIMONE MOVIO (COMPOSITORE/CHITARRISTA)

Classe 1978, è un giovane esponente italiano della musica classica contemporanea. Dopo le numerose esperienze musicali accademiche in Austria e in Europa degli anni 2000, vincerà alcuni dei più importanti contest a livello continentale, cosa che lo porterà ad avere una certa fama nel circuito. Alcune delle sue opere finiranno per essere riprodotte dalle orchestre di Parigi, Mosca, Vienna, Berlino e tante altre. Oltre a questi successi, scrive e pubblica dischi.

STEFANO RENDA (PIANISTA)

Poco più che ventenne, Renda è un musicista molto dotato per la sua età. Inizia infatti a studiare pianoforte già a sei anni, finendo poi al conservatorio Tchaikovsky di Nocera Terinese in Calabria, componendo brani al piano a quindici anni, e arrivando ai primi posti di alcuni contest musicali nazionali. Un anno fa pubblica il suo primo album I Sentieri della Musica, di fatto il risultato di anni di dedizione musicale, che lo porterà ad avere ancora più successo.

GABRIELE CIAMPI (COMPOSITORE)

Gabriele, trentottenne, è un artista che ha visto la propria carriera decollare vertiginosamente negli ultimi anni. Nel 2011, dopo aver lavorato per un decennio nella storica azienda  di famiglia di pianoforti, viene scelto per frequentare l’UCLA di Los Angeles, trasferendosi in America. L’anno successivo vincerà il Los Angeles Music Award come l’Artista Strumentale dell’Anno, cosa che lo porterà a suonare al cenone natalizio della Casa Bianca. Nel 2014 quindi vince il “Primi 10”, che premia i dieci italiani under-40 che si sono distinti nei loro rispettivi campi negli USA. Attualmente gira il mondo con la propria orchestra e pubblica dischi.

ENGLISH VERSION

Music is maybe one of the purest forms of expression of art. It can connect people, send messages and create feelings as not many other things can do. Nietzsche himself said that without music life would be a mistake.

In spite of its importance for human existence, it is still underestimated by most people and often relegated to the simple function of a hobby, without any consideration for years of study, sacrifices and investments, which a lot of artists do.

Despite any unfounded stereotypes, we present to you 5 young Italian artists who transformed their own music in their job, and in some cases have already created a proper and durable career.

DARIO ROSSI (PERCUSSIONIST/DRUMMER)

Born in 1988, he is a young man from Rome who has attended some of the best academies and conservatories of Rome since he was a child, participating in many concerts since the very beginning.

His worldwide fame has exploded in recent years thanks to a viral video in which we see him in Berlin as a street musician, energetically playing old pots, rusty metal sheets, cowbells and every metal object able to produce a sound.

The result is a techno piece realized without any electronic instrument, in an extremely captivating way, able to generate tens of millions of views on YouTube. This has consequently allowed Dario to travel the world through different festivals and the most famous squares to perform his particular shows.

CHANTAL BALESTRI (PIANIST)

23 years old, she was an infant prodigy, who has won several awards in Italy since she was a child. At the age of 18 she graduated with distinction at the Conservatory of Lucca, then began an Erasmus in Germany and took part in lessons of piano and chamber music all around Europe. She even won the NYU Piano Concerto Competition, which will allow her to debut as solo piano in the season 2016/2017 accompanied by the orchestra of the Big Apple. She’s currently attending a master degree at the Steinhardt of New York, where shes also a part-time teacher.

SIMONE MOVIO (COMPOSER/GUITARIST)

Born in 1978, he’s a young Italian exponent of contemporary classical music. After several academic music experiences in Austria and Europe during the 2000s, he’s won some of the most important continental contests, and this has made him quite famous in his field. Orchestras of Paris, Moscow, Vienna, Berlin and many other cities reproduced some of his work. In addition to these successes, he writes and publishes CDs.

STEFANO RENDA (PIANIST)

Only 20 years old, Renda is a very talented musician for his age. In fact, he began to study piano at the age of 6, ending up at the Tchaikovsky conservatory of Nocera Terinese in Calabria. Then, he began to compose piano pieces at the age of 15 and achieved first place in some national music contests. A year ago he published his first album I Sentieri della Musica, the result of years of dedication to music that will bring him to a larger success.

GABRIELE CIAMPI (COMPOSER)

Gabriele, 38 years old, is an artist who has seen his own career rising steeply in the latest years. In 2011, after having worked for a decade in his historic family owned piano business, he was chosen to attend UCLA in Los Angeles and moved to America. The following year he won the Los Angeles Music Award as Instrumental Artist of the Year, which brought him to play at the White House. In 2014 he won the Top 10 award, which rewards ten Italians under-40 who have excelled in their respective fields in the USA. He’s currently traveling the world with his own orchestra and is also publishing some CDs.

 

Traduzione a cura di Eleonora Martelli