Dolci Napoli – Napoli ha una grande tradizione culinaria che non si basa unicamente sulla pizza. La pasticceria napoletana ha una storia che vanta secoli. Simboli della tradizione e della cultura partenopea. Sono tanti i dolci tipici, dalle sfogliatelle ai babà, passando per la caprese fino ad arrivare alla pastiera.

Dolci Napoli – La forma e i colori dei dolci napoletani sono espressione della fantasia e dell’estro tipici di questa terra. I dolci vengono realizzati rispettando rigorosamente le ricette della tradizione. Sono molti i laboratori di pasticceria che hanno contribuito a rendere famosa Napoli in tutto il mondo. Non solo pasticcerie storiche, ma anche di nuova generazione, non per questo meno importanti e di qualità.

Ecco dove poter gustare il meglio dei dolci tipici della tradizione partenopea:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Pasticceria Leopoldo dal 1940 

A Napoli questo nome è sicuramente noto per il tarallo ‘nzogna e pepe’, ma Leopoldo dal 1940, con le sue numerose sedi, è una delle pasticcerie storiche di Napoli. I fratelli Marco e Fabio Infante sono cresciuti nel laboratorio di famiglia dove hanno appreso dal padre Patrizio i segreti fondamentali dell’arte pasticcera. Hanno dato vita anche a una catena di gelaterie chiamata Casa Infante. In vetrina dolci tradizionali, tra cui lo zeppolone e la crostata di fragoline, ma anche una linea di dolci al barattolo da leccarsi i baffi.

Pasticceria Leopoldo dal 1940, Piazza degli Artisti 6/7 – Napoli.

Pasticceria Poppella

Il fiocco di neve è uno dei dolci napoletani più famosi degli ultimi anni. Un vero e proprio fenomeno gastronomico. Nasce a Napoli, nel quartiere Sanità, grazie a Ciro Poppella. Piccole brioche ripiene di crema di latte e ricotta, ricoperte di zucchero a velo. Ciro è in continua sperimentazione, sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo da proporre ai propri clienti. Da provare assolutamente le colombe artigianali, il torrone e la Bombetta di Totó.

Pasticceria Poppella, Via Arena della Sanità 24 – Napoli.

Chalet Ciro

Nato nel 1952, lo Chalet Ciro è da molti decenni punto di riferimento per i napoletani e non solo.
Famoso per la graffa, una ciambella di patate fritta cosparsa di zucchero semolato. Qui si frigge senza sosta, le graffe sono sempre calde e si sciolgono in bocca. I più golosi possono spingersi fino alla nuova proposta del cono-graffa, servito con due palline di gelato. Il locale ha una affollatissima fila dedicata solo ai clienti di questa specialità. Da provare tutte le specialità o semplicemente per fermarsi a bere un caffè con vista sul meraviglioso Golfo di Napoli.

Chalet Ciro, Via Caracciolo – Napoli.

Pasticceria Mennella 

Questa pasticceria nasce a Torre del Greco, in provincia di Napoli, ma da alcuni anni ha aperto una sede in città insieme alle gelaterie che hanno reso famoso questo nome in tutta la regione. Mennella, infatti, è sinonimo di gelato artigianale, ma anche di dolci. L’offerta spazia tra le proposte tradizionali: pastiere e panettoni artigianali. Il must di questa pasticceria è la Ciambella, un dolce di pasta bignè farcito con una deliziosa crema e fragoline di bosco. Delizioso anche il latte di mandorla di loro produzione.

Pasticceria Mennella, Via Carducci 52 – Napoli.

Pasticceria Pasquale Marigliano


Alle pendici del Vesuvio è un punto di riferimento per appassionati e golosi. Dal laboratorio escono classici napoletani come pastiere, sfogliatelle, babà e capresi affiancati da mignon e monoporzioni estremamente elegantie innovativi . E poi c’è il cioccolato, una delle perle di tutta la gamma. Tra le praline imperdibile il Vesuvio Buono, una vera esplosione di gusto al palato. Da assaggiare anche la rivisitazione del Babà alla Melannurca. Una pasta perfettamente spugnosa che rilascia note di punch alla mela e regala una consistenza vellutata grazie alla purea del frutto. Da scoprire anche la nuova sede di Nola con un nuovo format di 400mq.

Pasticceria Pasquale Marigliano, Via Gabriele D’Annunzio 23 – Napoli.

Antica Pasticceria Giovanni Scaturchio

Storico Laboratorio nel cuore del centro storico di Napoli. Famoso in modo particolare perla produzione dei Ministeriali. Dolcetti simbolo della pasticceria partenopea creati negli anni ’20 da uno dei fondatori dell’antica Pasticceria. La ricetta è ancora oggi assolutamente segreta. Tra gli ingredienti, cioccolato fondente con all’interno una morbida crema al liquore, composta inoltre da ricotta, frutta e nocciola. Da provare anche il Babà Vesuvio, le sfogliatelle e la pastiera.

Scaturchio, Piazza S. Domenico Maggiore 19 – Napoli.

ENGLISH

Sweets Naples – Naples has a great culinary tradition that is not based uniquely on pizza.
Neapolitan pastry has a history that boasts centuries. Symbols of the Neapolitan tradition and culture. There are many typical sweets, from sfogliatelle to babà, passing through the caprese up to the pastiera.

Sweets Naples – The shape and colors of Neapolitan desserts are an expression of the imagination and inspiration typical of this land. The desserts are made strictly respecting the traditional recipes. There are many pastry workshops that have helped make Naples famous throughout the world. Not only historical pastry workshops but also new-generation pastries, no less important and of equal quality.

Here’s where you can taste the best of sweets typical of the Neapolitan tradition:

Pasticceria Leopoldo dal 1940 

In Naples, this name is certainly known for the tarallo ‘nzogna e pepe’, but Leopoldo since 1940, with its numerous locations, is one of the most historic pastry shops in Naples. The brothers Marco and Fabio Infante grew up in the family workshop where they learned the fundamental secrets of pastry art from their father Patrizio. They also gave birth to a chain of ice cream called Casa Infante. In the shop window you can see traditional desserts, including the zeppolone and the strawberry tart, but also a line of desserts in the can that you’ll appreciate for sure.

Pasticceria Leopoldo dal 1940, Piazza degli Artisti 6/7 – Napoli.

Pasticceria Poppella

The snowflake is one of the most famous Neapolitan desserts in recent years. A real gastronomic phenomenon. Born in Naples, in the Sanità district, thanks to Ciro Poppella. It is a small brioche filled with milk cream and ricotta, covered with icing sugar. Ciro is constantly experimenting, always looking for something new to offer his customers. Do not miss the artisan doves, torrone and Totò’s Bombetta.

Pasticceria Poppella, Via Arena della Sanità 24 – Napoli.

Chalet Ciro

Born in 1952, the Chalet Ciro has been for many decades a point of reference for the Neapolitans and more. Famous for the graffa, a fried potato donut sprinkled covered with granulated sugar. Here they fry non stop, the graffe are always hot and melt in your mouth. The greediest can go as far as the new proposal of the cone-graffa, served with two balls of gelato. The pastry shop has a crowded row dedicated only to customers of this specialty. Try all the specialties or just stop for a coffee with a view of the wonderful Gulf of Naples.

Chalet Ciro, Via Caracciolo – Napoli.

Pasticceria Mennella 

This bakery was born in Torre del Greco, in the province of Naples, but some years ago has opened a venue in the city along with gelaterie that have made this name famous throughout the region. In fact, Mennella is synonymous with artisan gelato, but also with desserts. The offer ranges from traditional proposals: pastiere and artisan panettone. The must of this pastry is the Ciambella, a sweet puff pastry stuffed with a delicious cream and wild strawberries. The almond milk produced by them is also delicious

Pasticceria Mennella, Via Carducci 52 – Napoli.

Pasticceria Pasquale Marigliano


On the slopes of
Vesuvius it is a point of reference for enthusiasts and gourmands. Neapolitan classics come from the workshop as a pastiera, sfogliatelle, babà and capresi flanked by mignon and extremely elegant and innovative single portions. And then there is chocolate, one of the pearls of the whole range. Among the unmissable pralines the Vesuvio Buono, a true explosion of taste on the palate. Also to be revisited by the Babà alla Melannurca. A perfectly spongy paste that releases notes of apple punch and gives a velvety consistency thanks to the fruit puree. Also to be discovered is the new headquarters of Nola with a new format of 400sqm.

Pasticceria Pasquale Marigliano, Via Gabriele D’Annunzio 23 – Napoli.

Antica Pasticceria Giovanni Scaturchio

Historical Laboratory in the heart of the historic center of Naples. Famous in a particular way for the production of Ministeriali. Sweets symbols of Neapolitan pastries created in the 1920s by one of the founders of the ancient Pasticceria. The recipe is still absolutely secret today. Among the ingredients, dark chocolate with a soft liqueur cream inside, also composed of ricotta, fruit and hazelnut. Also try the Babà Vesuvio, the sfogliatelle and the pastiera.

Scaturchio, Piazza S. Domenico Maggiore 19 – Napoli.

Translation by Fiammetta Maceroni