Italia, maggio 2015Antimo Farid Mir e Jacopo Mele fondano AREEA per la creazione di una bevanda anti-benzene, che prevenga i tumori e depuri l’organismo; in gioco c’è ancora tutto e le porte del mercato mondiale sono sbarrate.

Ogni cosa nasce da un progetto in corso, una ricerca universitaria e un’idea:

Jacopo Mele è già impegnato nel Sensoma, progetto di monitoraggio dell’aria, quando Antimo Farid decide di passare in rassegna su Google Scholar tutte le possibili ricerche finalizzate alla lotta all’inquinamento, trova così risultati interessanti della George Hopkins University.

0352016.areea.05

[irp posts=”7755″ name=”Invenzioni eco-friendly: le scoperte che cambieranno il modo di vivere”]

Un enzima presente nei broccoli e liberato dalla masticazione è in grado di depurare il corpo dalle tossine inalate e prevenire così alcuni tumori, si chiama sulforafano.

A questo punto ci sono la giusta idea e le giuste menti (Mele è per Forbes uno degli under 30 più influenti d’Europa, fondatore di Homo Ex machina, Farid è presidente presso la Youth Economic Summit London, co-fondatore di Italian Kingdom) , manca una squadra:
si aggiungono così Carmine Landi, ricercatore all’Università di Salerno, Raimondo Grassadonia, studente all’Università di Salerno, Pietro Giordano, social media strategist e web developer di Fondazione Homo Ex Machina Onlus, Domenico e Luca Lamberti e Aurora Sibilla Mele.

3052016.Areea.01

Dopo l’aiuto del pubblicitario di fama mondiale Massimiliano Maria Longo, di un tecnico alimentare e di un esperto di etichettature alimentare, Paolo Patruno, la bevanda è pronta, i test scientifici l’hanno promossa e non resta che trasformarla in un’attività: Antimo contatta la Cinnamon Bridge di Londra, che sceglie 5 startup due volte l’anno dalle 500 che arrivano loro da ogni angolo della Terra; quindi AREEA sbarca a Londra e incontra i suoi primi investitori.

3052016.Areea.04

Italia, maggio 2016 – E così, dopo un anno di lavoro, AREEA sarà presentata in anteprima mondiale al Seeds and Chips di Milano, tra 11 e 14 maggio, prima del lancio definitivo a settembre 2016.
Già a Londra ha raccolto consensi: un investitore italiano ha proposto l’immissione sul mercato asiatico, dove i depuratori dell’aria costano migliaia di dollari e le tematiche ambientale stanno molto a cuore.

3052016.Areea.02

È quindi ormai pienamente avviato un progetto tutto italiano, ancora una volta incentrato sulle biotecnologie, che si pone lo scopo di dare a chi vive in città la possibilità di una vita sana, e di invogliare ed educare i giovani alla prevenzione nel modo più naturale e semplice possibile, e cioè con una sorsata di AREEA fresca.

[irp posts=”5140″ name=”Sostenibilità Ambientale, con Biotravel arriva una nuova idea di turismo sostenibile”]

ENGLISH VERSION

Italy, May 2015, Antimo Farid Mir and Jacopo Mele develop AREEA, an anti-benzene drink, in order to prevent tumours and cleanse the organism. There is much at stake and the doors of the world market are wide open.

Areea was born from a university research and an idea: while Jacopo Mele is working in the Sensoma’s project for air monitoring, Antimo Farid decided to find on Google Scholar all the information about the fight against pollution, finding excellent results by George Hopkins University.

There is an enzyme in broccoli, called sulforaphane that is released during chewing that is able to cleanse the organism from the toxins inhaled, thus preventing certain types of tumours. At this point there is the right idea with the right minds (Mele, according to Forbes is one of the most influential under 30 in Europe, who created Homo Ex Machina, while Farid is the president of the Youth Economic Summit London, and co-founder of Italian Kingdom), the only thing that it is missing is a team: team composed by Carmine Landi, a researcher in the University of Salerno, Raimondo Grassadonia, a student of the University of Salerno, Pietro Giordano, a social media strategist and web developer of the NPO Homo Ex Machina Foundation, Domenico and Luca Lamberti and Aurora Sibilla Mele.

With the help of the world-famous advertiser Massimiliano Maria Longo and the food technologist and expert of food labelling, Paolo Patruno, the drink is ready. Scientific tests promoted it and so the only thing that is missing is transforming the drink into an activity. Antimo contacted Cinnamon Bridge of London, that twice every year chooses 5 startups from a total of 500 from all over the world. AREEA arrives in London and meets its first investors.

Italy, May 2016. After a year’s work, AREEA will be presented at the world premiere to the Seeds and Chips of Milan, between 11-14 May, before its definitive launch in September 2016. In London it has already raised interests: An Italian investor proposed its insertion in the Asiatic market, where air purifiers cost thousands of dollars and the environmental issues are highly regarded.

This fully Italian project is now officially underway, a project once again focused on biotechnologies. Its aim is to grant a healthy lifestyle to those people who live in the cities and to encourage young people to think about prevention in the most natural and simple way possible, and this is with a fresh gulp of AREEA.

Traduzione a cura di Clarissa Candellero